Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.
Sono un fotografo ﷯professionista dal 1985. Durante questi anni di lavoro ho seguito vari settori della fotografia e questo ha allargato notevolmente i miei orizzonti. Gli still-life hanno affinato le mie tecniche d'illuminazione. I ritratti che ho fatto, per tanti anni a politici ed attori, per i maggiori magazine italiani e stranieri, hanno contribuito a sviluppare la mia sensibilità per la complessità umana. Gli anni di professione come foto-reporter, anche da "paparazzo" e fotografo d'attualità, persino in guerra, mi hanno insegnato la velocità dello scatto, ad agire prima di pensare, e che l'attimo "giusto" per una fotografia è unico ed irripetibile. "Calpestare" i set ed i palcoscenici di tutta Italia, per raccontare il nostro cinema ed il nostro teatro, mi ha avvicinato al mondo artistico. Infine, solo in ordine di tempo, la passerella dell'alta moda a Roma e della moda in generale, se pur più contenuta rispetto ad altre esperienze, mi ha dato il gusto del bello e del glamour che non guasta mai. Per parecchi anni ho insegnato fotografia b/n chimica (quella con le bacinelle per intenderci) con una libera docenza presso "l'Istituto Superiore di Fotografia Comunicazione Integrata", e mi è rimasta una propensione ed un piacere ad insegnare ai giovani. La fotografia coreutica è subentrata per caso nel mio lavoro, per fare un "favore" ad un amico. Ed è scattata immediatamente una passione che mi ha portato in breve tempo ad abbandonare tutti i settori della fotografia per dedicarmici completamente con passione e dedizione. E' come se danzassi assieme agli artisti: trattengo il respiro per quell'attimo quasi inesistente dell'apice di un salto, dell'apogeo della gamba, che è l'unico vero momento da immortalare.